Mariagrazia, Cristina e Paola

Ilnumerotre calzature, è l’azienda di Mariagrazia, Cristina e Paola, tre donne unite dall’amicizia e da una passione comune per le scarpe. Un marchio che non rappresenta solo un accessorio di moda, ma un progetto che unisce competenze diverse trasformandole in una ricchezza per il brand.

Fondato oltre dieci anni fa, ilnumerotre è un connubio di creatività, artigianalità e stile. Le tre fondatrici hanno creato un’azienda che va oltre la produzione di calzature di alta qualità: celebra l’amicizia, la creatività e l’individualità attraverso ogni paio di scarpe. Le loro collezioni sono esclusive, presentate in edizioni limitate che assicurano l’unicità di ogni modello, realizzato con cura e pensato per soddisfare le esigenze e il gusto unico di ogni donna che lo indosserà. Con eventi e pop-up in città come Milano e Parma, Ilnumerotre continua a crescere, offrendo scarpe che “uniscono eleganza e comfort per la donna contemporanea.”

Maria Grazia, da dove nasce l’idea de ilnumerotre?

La nostra è una storia un po’ particolare. Dietro al numerotre ci sono tre donne, occupate in ambiti professionali differenti. Paola e Cristina, le mie socie, oggi continuano a mantenere le loro professioni. Cristina è geologa mentre Paola è architetto e docente al Politecnico di Milano. Io, invece, ho venduto il mio laboratorio privato di analisi due anni fa e ora mi dedico principalmente al numerotre, oltre a fare la nonna.

Ci univa un’amicizia profonda e la voglia di creare qualcosa insieme. Da questo desiderio che ci accumunava è nato ilnumerotre. Perciò la nostra attività, nata dalla sinergia tra noi si è concretizzata in un progetto che ci appassiona e ci unisce. E che ci permette di condividere qualcosa di significativo. Abbiamo tutte una passione per le calzature, anche se i nostri gusti differiscono leggermente: Cristina porta i tacchi con disinvoltura, mentre io li trovo scomodi…

Come avete cominciato?

È stata un’impresa non facile. Innanzitutto, eravamo completamente ignare del mondo della calzatura. Un amico comune ci ha dato qualche input, ma non ha potuto aiutarci concretamente. Abbiamo scoperto che i calzaturifici sono molto specializzati: chi produce scarpe con tacco alto non realizza quelle con tacco basso, e viceversa.

È stato molto difficile trovare qualcuno che ci seguisse e realizzasse le nostre idee. Volevamo creare collezioni piccole e vendite made to order, offrendo alle clienti la possibilità di personalizzare le scarpe secondo i loro gusti. Ad esempio, una Mary Jane blu poteva essere richiesta in un altro colore o materiale.

Trovare un calzaturificio disposto a seguire queste esigenze è stato complicato. Molti ci hanno rifiutato perché richiedevano ordini minimi di mille paia per modello. Dopo molte ricerche, abbiamo finalmente trovato un calzaturificio a Gargallo, vicino al lago d’Orta, disposto a collaborare con noi.

Da lì quindi avete iniziato a produrre con il vostro marchio ilnumerotre…

Sì. All’inizio ci siamo concentrate su scarpe semplici come slippers e ballerine, realizzate con materiali particolari, come tessuto e camoscio, che le rendevano uniche. Dopo aver testato modelli con le amiche e ricevuto feedback positivi, nel novembre 2015 abbiamo costituito la società ilnumerotre SAS e registrato il marchio europeo.

Abbiamo organizzato una piccola presentazione a dicembre e, l’anno successivo, abbiamo continuato con almeno due presentazioni annuali: una per la primavera-estate e una per l’autunno-inverno al Castello di Piovera, un luogo che amiamo, con eventi fissati una domenica a maggio e una a ottobre. Oltre al Castello, abbiamo organizzato pop-up a Milano e Parma, incluso uno studio di architettura privato a Parma dove invitiamo clienti selezionati. Gli eventi al Castello di Piovera, pubblici e promossi sui social, hanno ampliato la nostra base di clienti ma anche aumentato i costi.

Che cosa rende particolare il vostro brand?

La particolarità delle nostre calzature risiede nel connubio tra artigianato e funzionalità. Ci distinguiamo per l’attenzione meticolosa verso il design e il comfort. Progettiamo le scarpe pensando alla donna moderna che desidera eleganza senza rinunciare alla comodità, sia che scelga un tacco alto per il lavoro o scarpe basse per il tempo libero. Utilizziamo pelli di alta qualità e materiali morbidi che garantiscono un comfort eccezionale.

Non produciamo grandi quantità: preferiamo realizzare pochi modelli, ed è ciò che ci permette di concentrarci sull’aspetto artistico e creativo. Questo equilibrio tra bellezza e funzionalità ci dà una soddisfazione incredibile, e ci permette di distinguerci nel mercato delle calzature di alta qualità.

Quanto quest’esperienza come imprenditrice ha inciso sulla tua crescita personale? Quanto ti ha cambiata ilnumerotre?

Quest’esperienza ha notevolmente migliorato la mia sicurezza e ha rivelato una capacità di vendita che non sapevo di possedere. Ho scoperto nuove qualità in me, come la pazienza e la diplomazia necessarie nel commercio, che mi hanno sorpreso positivamente e arricchito professionalmente. E poi è stato non solo gratificante, ma anche emozionante incontrare tante persone durante gli eventi, e poter creare legami di amicizia e fiducia reciproca. Il nostro atelier è diventato un luogo speciale. Uno spazio accogliente dove le clienti non solo acquistano, ma si siedono con noi, provano le scarpe e condividono pensieri e preferenze. E questo approccio personalizzato non si limita all’ascolto delle esigenze e alla semplice personalizzazione delle calzature, ma va ben oltre. Perché credo si estenda al modo in cui instauriamo relazioni autentiche con ogni singola cliente, rendendo l’esperienza di acquisto più intima e soddisfacente.

Che posto occupa ilnumerotre nella tua vita?

Per me ilnumerotre è stata un’avventura straordinaria, che continua a emozionarmi anche dopo dieci anni. Mi ha aperto un mondo completamente nuovo, in cui ho ancora tanto da imparare. Nonostante le sfide, mi ha dato molte soddisfazioni, riaccendendo il mio lato creativo e permettendomi di esplorare idee che prima non avevo avuto modo di realizzare. Inoltre, ha rinforzato i legami di amicizia con le mie socie, cosa che ho apprezzato molto. Ho avuto la fortuna di incontrare molte persone interessanti e sono grata per tutto questo. Se quest’avventura dovesse concludersi, sarei profondamente dispiaciuta. Non sappiamo cosa riserva il futuro, ma continuiamo a perseverare con la speranza di ulteriori successi e opportunità. Ilnumerotre è stato e resta un punto cruciale nella mia vita, un’esperienza che considero estremamente importante, una vera svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *