Sono stata a trovare Safaa, che avevo intervistato a novembre, nel suo laboratorio nel quartiere Isola a Milano. Abbiamo chiacchierato e riso, mi ha raccontato di come sta procedendo il suo lavoro ma anche la sua vita. Sì, perché nella sua esistenza è accaduto qualcosa di impensabile e meraviglioso che la fa sentire appagata e felice. “Ti devo raccontare qualcosa di bello” – mi ha detto – “Ho conosciuto un ragazzo, ci siamo innamorati e, superando tutte le mie resistenze, sono volata in Tunisia e il 4 maggio ci siamo sposati.”  Che dire? È una donna nuova quella che mi sta davanti, dagli occhi luminosi e dal sorriso contagioso. Non posso che augurarle tutta la felicità che merita.

Tortelloni di branzino. La mia specialità

Diverse testate giornalistiche si sono ancora occupate di Safaa che ormai é diventata un esempio per tutte le donne. Parliamo ancora di lei, del suo passato doloroso ma anche di quello che ha imparato dalla sua esperienza e che ci tiene a condividere con noi. “Per prima cosa – dice – non avrei potuto arrivare dove sono oggi e fare le cose che ho fatto senza l’aiuto degli altri. È stato davvero un fattore essenziale e determinante. Ho avuto tantissime manifestazioni di solidarietà e mi è stato offerto aiuto concreto per uscire dalla situazione in cui mi trovavo. E non posso che esserne grata. Perché senza l’aiuto degli altri non si va da nessuna parte, di questo ne sono pienamente convinta.”

Le mie crostate

È quindi una donna  soddisfatta di quello che è riuscita a creare, trovando la sua strada e la sua autonomia. Ha potuto riflettere spesso sulla forza che ha dimostrato e sul coraggio che è stato necessario per la sua rinascita. Una riflessione che però travalica la sua storia per abbracciare tutto l’universo femminile. “Perché – dice – la donna è come un albero e finché le radici hanno vita continua a fiorire, a dare frutti, a rinascere.” È questo quindi l’insegnamento che potremmo trarre dalla sua storia: la consapevolezza che abbiamo sempre qualcosa da dare, da fare e da offrire al mondo. Grazie Safaa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *